It / En

Casa Rossini


LA NUOVA CASA DI GIOACHINO

La Casa Museo di Gioachin Rossini da fine luglio 2015 si presenta completamente rinnovata grazie all'importante intervento di riqualificazione realizzato da di Sistema Museo, in collaborazione con il Comune di Pesaro e la Fondazione Gioachino Rossini.

Un vero unicum a livello nazionale per tipologia e per modalità di finanziamento, che rafforza l’identità di Pesaro città della musica.

Nuovi spazi

Oltre al primo piano, si aggiunge alla superficie espositiva accessibile al pubblico il secondo piano della dimora, che ospita documenti di interpreti e di opere rossiniane e che sarà dedicata in parte ad ospitare mostre tematiche temporanee.

Il piano terra è stato completamente rivoluzionato ed è uno spazio ad ingresso libero dove il visitatore, oltre all’accoglienza e alla biglietteria, può trovare un vero e proprio Store dedicato al Cigno.

Tecnologie di ultima generazione

Tecnologie di ultima generazione permettono di consultare un importante e vasto patrimonio scientifico in modo agile e accattivante. 
Gli strumenti di fruizione multimediali sono una parte significativa dell’offerta espositiva. Oltre alla Sala audio e video, nuovi contenuti e materiale grafico digitalizzato (spartiti autografi di opere e lettere) sono consultabili su touch screen lungo il percorso e apposite postazioni consentono l’ascolto di registrazioni sonore dei documenti/lettere, così da comprendere al meglio le vicende biografiche e artistiche di Gioachino Rossini.

Inoltre Casa Rossini diventa protagonista di un progetto di valorizzazione di altissimo livello tecnologico, grazie alla partecipazione di Art Glass che permette di far vivere ai visitatori, tramite occhiali speciali, un’esperienza emotiva senza precedenti.
È proprio tramite la tecnologia “indossabile” che i visitatori entrano in un modo completamente nuovo, nel mondo del maestro! Grazie ad animazioni virtuali e video è possibile compiere un viaggio esclusivo nella Casa Museo.

Indossando gli occhiali multimediali, il maestro si materializza al fianco dei visitatori e li accompagna per tutto il percorso lungo le stanze dove trascorse una parte importante della propria vita. Gioachino racconta la sua vita ricca di aneddoti privati, presenta alcune opere documentate con spartiti e stampe e legge alcune sue lettere.


Accessibilità

Nel nuovo riassetto di Casa Rossini sono in dotazione ausili alla visita da parte di disabili sensoriali programmati all’interno del progetto regionale “Sviluppo del Sistema Museale Marchigiano: interventi di accessibilità fruitiva “DGR n. 954 del 04/08/2014.

A tutti è offerta la possibilità di fruire sia percettivamente che intellettualmente il patrimonio esposto, tenendo presente il limite strutturale dell’edificio su cui è per legge impossibile intervenire dal punto di vista architettonico (la casa natale di Rossini è stata dichiarata monumento nazionale nel 1904 e come edificio storico è tutelato ai sensi dell'art. 10 del D. Lgs. n.42/2004).

Gli interventi sono principalmente finalizzati a migliorare gli apparati didascalici e a sfruttare i nuovi strumenti digitali. Una brochure di presentazione della casa e didascalie delle opere principali sono disponibili con testo in braille, così come tavole a rilievo permettono ai non vedenti di consultare spartiti e lettere autografe di Rossini. Al piano terra (con accesso libero) nella Sala audio e video, è possibile ascoltare opere rossiniane e guardare un video che presenta luoghi e istituzioni legate al compositore presenti nella città di Pesaro.
I non vedenti inoltre possono usufruire di audioguide e per i non udenti sono a disposizione video guide in lingua italiana dei segni LIS.

Ad arricchimento del percorso di visita si prevede altresì la possibilità di esplorazione tattile di alcune opere esposte, come ad esempio i busti di Rossini.

Finanziamenti

Il finanziamento del restauro di Casa Rossini si deve a risorse pubbliche, attraverso i DCE provinciale CreAttività e comunale della Città di Pesaro, e private, che rappresentano la parte più consistente, anche grazie al meccanismo dell’ART BONUS del MIBACT.

Già molte le aziende che credono in questo progetto e che fino al 2021 potranno fregiarsi del riconoscimento di Rossini Angels ed essere coinvolte nei vari progetti dedicati al compositore: DMM SpA di Montecalvo in Foglia, Dago Elettronica – Fano, Formula Servizi d Forlì, Impresa Edile Menale di Saltara, Ominia Comunicazione di Fano, Guidobaldi Allestimenti di Foligno, Esatecnoimpianti di Fano. 


L'Edificio

La casa natale di Gioachino Rossini, sorge sull´antica "Via del Duomo" (oggi via Rossini). Nel 1892, a cento anni dalla nascita di Rossini, il Comune di Pesaro acquista il palazzo e lo adibisce a museo, nel 1904 viene dichiarato monumento nazionale. Composta da quattro piani e da un sotterraneo, l’edificio è realizzato per fasi successive tra il XV e il XVIII secolo. In questa abitazione Rossini nasce il 29 febbraio 1792 come ricorda l´iscrizione commemorativa posta in una stanza del primo piano: "La divina arte della musica arrise in questa stanza alla nascita di Gioacchino Rossini". Il compositore qui trascorre i primi anni di vita assieme alla sua famiglia.  Della struttura originaria è possibile oggi ammirare le imposte delle finestre ad arco, i camini anneriti dal fumo e alcuni elementi di un’antica cucina.


Collezioni

I materiali esposti  provengono in gran parte da collezioni di fine Ottocento; il nucleo più consistente proviene da Parigi e si tratta per lo più di stampe e incisioni, litografie e ritratti appartenuti al grande Alphonse Hubert Martel, collezionista di cimeli rossiniani. Nella dimora natale del collezionista sono esposte le stampe delle opere di Rossini  e dei suoi celebri interpreti:  Adelina Patti ( Rosina/Barbiere di Siviglia ), Giovan Battista Rubini (Otello), Giuditta Pasta (Tancredi), Gilbert-Louis Duprez (Arnold/ Guillaume Tell).

Degna di nota è la raccolta di trenta ritratti a stampa di Rossini, cronologicamente ordinati dalla giovinezza alla vecchiaia; un disegno di Gustave Dorè lo ritrae sul letto di morte. Oltre ai ritratti ufficiali, è esposta una serie di caricature tra cui una statuetta di Jean Pierre Dantan che mette alla berlina Rossini e altri personaggi  dell’ambiente musicale dell’Ottocento. Infine, nella stanza dedicata alla musica, sono ospitati un fortepiano, strumento a tastiera costruito a Venezia nel 1809, e alcuni autografi del maestro.

Da luglio 2015, con il rinnovato allestimento, Casa Rossini ha implementato il materiale in esposizione grazie alla collaborazione con la Fondazione Rossini che ha concesso nuovi e interessanti documenti, tra cui lettere e spartiti autografi, libretti originali di opere rossiniane e la digitalizzazione di intere partiture.


Bookshop

Al piano terra un vero e proprio Store dedicato al Cigno, l’unico presente a Pesaro e al mondo; un riferimento per gli appassionati di Rossini, e non solo, alla ricerca di una vasta gamma di materiale di qualità: CD, DVD, pubblicazioni antiche, testi editi dalla Fondazione Gioachino Rossini, merchandising dedicato e artigianato artistico d’eccellenza, come le ceramiche, realizzate ad hoc, opera  di  produttori locali: il design della Fonderia Bucci interpreta la statua ispirata alla caricatura di Dantan e la Bottega di Claudio Sora si rifà invece alle opere rossiniane con le sue maioliche dipinte a mano. Completa l’ampia gamma di articoli una selezione di  DVD e CD  tra i quali  la Semiramide in arrangiamento per chitarra sola e un’intensa interpretazione di Maria Callas.

Tutti i materiali del bookshop sono in vendita online sul sito www.sistemamuseoshop.it

Info

ORARI

1 giugno - 30 settembre
martedě - domenica h 10-13 / 16.30-19.30
1 ottobre – 31 maggio
martedě - giovedě h 10-13; venerdě - domenica h 10–13 / 15.30–18.30
Aperture straordinarie
1 luglio – 31 agosto > tutti i giovedě sera h 21-23
agosto in occasione del Rof  > tutti i giorni h 10-13 / 16.30-23

Chiuso 25 dicembre, 1 gennaio

INFO T +39 0721 387 357

Vedi Info e Biglietti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai notizie e aggiornamenti su mostre eventi e iniziative.

RegistratiProsegui