• Per la prima volta, la città di Pesaro dedica una mostra al grande pittore e incisore Rembrandt Harmenszoon van Rijn (1606 Leida – 1669 Amsterdam).

    Sabato 18 dicembre alle 12, a Palazzo Mosca – Musei Civici inaugura “Rembrandt incisore” con oltre cento opere che raccontano la produzione grafica di uno dei massimi artisti di tutti i tempi. La retrospettiva, a cura di Luca Baroni, è promossa dal Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza, in collaborazione con Sistema Museo e The Art.Co., e si potrà visitare fino al 27 marzo.

    L’occasione espositiva è unica e speciale. L’opera del grande artista olandese è molto rara in Italia; l’eccezionale quantità di fogli presenti a Pesaro si deve al generoso contributo di collezionisti privati, tutti residenti nel territorio marchigiano, che hanno deciso di mettere a disposizione del pubblico alcuni dei loro tesori più preziosi per diffondere la conoscenza e la passione per l’incisione.

    Il percorso si snoda per temi, a partire dalla presentazione del protagonista nella sezione Ritratti, tra cui spiccano L’autoritratto con cappello (1638) e quello con la moglie Saskia (1636), eseguito subito dopo il matrimonio. Si prosegue con la rappresentazione del corpo, maschile così come femminile, vestito o nudo, come nell’esemplare Diana al bagno (1631), e si entra nel vivo con una sala dedicata al tema della Notte, animata dalle suggestive ambientazioni notturne in cui Rembrandt notoriamente eccelleva. E ancora, le scene dell’Antico e del Nuovo Testamento, tra cui spiccano la celebre Deposizione (1633) e la Morte della Vergine (1639), e, nell’ultima sala, le suggestive figure degli Artefici e pensatori. Tra questi spicca un foglio eccezionale, il notissimo Erudito nello studio (anche noto come ‘Dottor Faustus’, 1652), che ispirò generazioni di artisti (da Goethe a Victor Hugo a Ingmar Bergman) e che è stato scelto, con il suo alone di mistero, come immagine di copertina della mostra.

    L’esposizione si contraddistingue anche per la scelta di presentare al pubblico i diversi ‘stati’ delle singole opere, ossia le molteplici varianti ad acquaforte e puntasecca che, a partire dalla prima redazione, Rembrandt o i successivi stampatori hanno inserito all’interno dell’immagine.

    Il curatore Luca Baroni, allievo di PhD presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e attivo da anni nel campo dello studio e dell’esposizione di grafica, dichiara: “Dopo le grandi mostre dedicate all’opera incisoria di Albrecht Dürer (Gradara, 2019) e Federico Barocci (Urbino, 2020), sono lieto che anche Pesaro partecipi al ‘rinascimento grafico’ del nostro territorio con una mostra dedicata a Rembrandt, uno dei massimi, forse il massimo, incisore di tutti i tempi. La provincia di Pesaro-Urbino è tra le più ricche in Italia in termini di storia della grafica, incisione e collezionismo. Qui operarono grandi incisori come Barocci, Cantarini, Peruzzini e, in tempi più recenti, Castellani, Bruscaglia, Piacesi e molti altri. La vitalità dell’interesse per la grafica è testimoniata dall’alto numero di artisti ma anche collezionisti e amanti dell’incisone, senza i quali questa mostra non sarebbe stata possibile’.

    L’esposizione è accompagnata da un catalogo riccamente illustrato che contiene, oltre alle schede delle opere e introduzioni tecniche e storiche, una preziosa interpretazione inedita dell’opera incisoria di Rembrandt, firmata dall’artista contemporaneo Luigi Toccacieli. Il volume (composto da tipografia Ideostampa – PU) sarà disponibile da gennaio presso il bookshop di Palazzo Mosca.

    “Rembrandt INCISORE”
    A cura di Luca Baroni
    Palazzo Mosca – Musei Civici
    18 dicembre 2021 -27 marzo 2022

    Inaugurazione sabato 18 dicembre h 12

    Orari
    da martedì a giovedì h 10 – 13;
    da venerdì a domenica e festivi h 10 – 13 / 15.30 – 18.30
    dal 21 dicembre al 9 gennaio, tutti i giorni h 10 – 13 / 15.30 – 18.30
    chiuso 25 dicembre e 1 gennaio

    Ingresso
    Biglietto unico Pesaro Musei € 10 (ridotto € 8 / € 5  / libero per i minori di 19 anni)
    (consente l’accesso anche a Museo Nazionale Rossini, Casa Rossini, Domus – Area archeologica di via dell’Abbondanza, visite guidate a Palazzo Ducale. Valido 7 giorni)

    Info T 0721 387541 pesaro@sistemamuseo.it

Questo sito utilizza cookies. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi